spiderman 2

oltre a ritenere che sia il miglior film della saga di raimi (come dimenticare la scena dell’uomo ragno che ferma la metropolitana, incurante della propria vita e della propria identità segreta, per poi cadere svenuto ed esausto tra le braccia della folla commossa che ha appena salvato? allora c’è ancora speranza per il genere umano!)….il fatto è che la bestia è ancora là.

ieri sera sono salito per i miei riti pre-giacilio, e lui era là. metà corpo nascosto dietro lo specchio, e l’altra metà fuori, a farsi orridamente beffe di me, ad aspettarmi e deridermi, tanto che (parte la modalità romanzo)

“……appena giunsi nella stanza del bagno e accesi la luce, lui si concedette (oh, questo mi è piaciuto….)  pochi secondi per farsi vedere e vedermi, coi suoi immondi occhi, osservarmi, irridermi un attimo per poi scivolare di nuovo nel suo nascondiglio. era ormai palese che il motivo della sua presenza riguardava me e me soltanto, e probabilmente si rifaceva ad un odio antico nei miei confronti, causato dal male che avevo inferto ai suoi simili. ma la creatura era ben più subdola: se infatti io mi ero “limitato” a colpire mortalmente quelli che presumo fossero suoi “parenti”, lui non dimostrava intenzioni ostili. o meglio, non agiva. sembrava conoscere appieno il disgusto e il terrore che mi provocava la sua sola vista, e sembrava sapere che la suggestione e la fantasia umana possono essere ben più tremende di qualsiasi attacco fisico. dopo quella sera, non potei far altro che provare una strana affezione per lui: la paura che mi incuteva era la sua punizione per me, e questo lo rendeva superiore a qualsiasi infame creatura, umana o mostruosa, che preda degli istinti atavici della vendetta punta solo all’annichilimento fisico del proprio nemico, in un turbine di violenza senza fine. lui, invece, sembrava cercare la tregua, rimanendo in una posizione di dominio senza però infliggere alcun colpo.”

anche se ogni tanto penso che mentre piscio e do le spalle allo specchio, mi salterà sulla nuca per deporre delle uova nel mio cervello, come quel film con l’entomologa lesbica che finisce a fare l’incubatrice per una bestia insetto che comanda la gente e alla fine anche la compagna lesbo dell’entomologa lesbo diventa lesbo (ah no quello lo era già) diventa un’incubatrice per bestie, e la bestia ha tutto quello che un uomo desidera, ovvero 2 lesbiche da trombare. per chi non sapesse di che cosa parlo, guardatevi l’episodio 1o della prima stagione di “master of horror”, intitolato “sick girl”. degno di nota è il collega maschio dell’entomologa lesbica, un erotomane incallito che non perde occasione per dire porcate.

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: