pioggia

sc0006e0ff

piovve ancora, e ancora e ancora. cazzo, è vero che piove sempre sul bagnato. in campagna dicono che l’acqua chiama acqua, detto secondo il quale se piove, pioverà. un pò come la legge di murphy, in dialetto romagnolo però.

tutto sommato gli piaceva la pioggia, un pò perchè quando lavorava in campagna un giorno di pioggia era un giorno di vacanza, e un pò perchè è bello poltrire a casa quando piove, e vedere le pozzanghere che si colmano per strada, mentre in casa l’unica cosa che si colma è la tazza di caffè o di tisana calda. l’altra cosa bella della pioggia era il prima, perchè quando lavorava in campagna e arrivava il diluvio, c’erano nuvole nere ovunque, a perdita d’occhio, in tutti e quattro gli orizzonti il cielo era grigio o scuro, e tutto sommato era una cosa piacevole da vedere. poi diciamolo, la pioggia mette in quello stato di semi-malinconia che fa riflettere, e non è male nemmeno quello, anzi è un ottimo pretesto per cercare compagnia, guardarsi un film, fumare una sigaretta e bere un tè. insomma, non è come quando ti va tutto bene e sei contento, ma non è nemmeno così male.
la pecca della pioggia è che il traffico si congestiona, se devi andare in giro o prendere il treno o i mezzi pubblici è la morte in piena regola, l’orrore, il turbamento. meglio stare in casa a fare degli acquerelli….

e poi cazzo, l’altra cosa brutta della pioggia è che il mio cane (che è un bovaro delle fiandre) siccome ha circa una spanna e mezzo di pelo semi-impermeabile e antiproiettile, quando piove se ne sbatte, e gironzola in giardino, fa i cazzi suoi e si infradicia tutto. e poi ovviamente vuole giocare quando esci, incurante del fatto che è ridotto peggio di un mocio vileda usato in una palude. poi dopo il pelo gli fa tutti i rasta e mi tocca pulirlo, l’ultima tosata estiva che gli ho dato è durata 3 ore.

ma parliamo del mio acquerello. mi piacciono le case, e siccome gli acquerelli non li so usare uso solo il nero così mi sbatto poco e devo ragionare solo di toni grigi. non so se da l’idea della pioggia però…. a me sì, ma chissà, io mica ci capisco di queste cose.
avevo detto che postavo quando pioveva e oggi piovve e postai. e bevvi tè caldo.

poi c’è una roba anche che volevo dire, cioè che il cielo nuvoloso mi affascina, perchè mi piace disegnarlo. forse so perchè. allora, pensate un cielo azzurro, sereno: cosa vedete? tanto azzurro, dappertutto. se dovete disegnarlo? una piattellata di azzurro, o di bianco se fate in B/N. cioè, in pratica non dovete disegnare niente.
ora pensate un cielo nuvoloso, da temporale come quello di questi giorni: cosa vedete? nuvole, nuvole, di tutte le forme, sovrapposte, che si muovono, girano, si incastrano, cambiano…. se dovete disegnarlo? un casino di roba. insomma, da molto più gusto questo cielo da disegnare, rispetto a quello prima. secondo me è per questo che disegnare la pioggia mi piace così tanto! non ci avevo mai pensato prima.

Annunci

Tag: , , ,

2 Risposte to “pioggia”

  1. sempre sempre anonima Says:

    bello. mio caro uomo sbagliato, tanto sbagliato poi non sei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: