il mio cane.

eccomi tornato, so che i culi erano stati duri da digerire ma ora vi darò qualcos’altro su cui ragionare. che poi non so che abbiate contro i culi, ma vabbè.
volevo dirvi che il mio cane, seppur cane, è abbastanza intelligente in quanto mammifero. per esempio, ha dei comandi nella sua testa di cane che sono ben stabiliti e chiari: sa che quando dico una cosa lui si deve mettere seduto, oppure che quando prendo pettine e forbici deve saltare sopra la cuccia per la toeletta (se no gli si fanno i rasta di merda nel pelo) e così via. sa anche che quando prendo in mano il guinzaglio o si lavora o lo sgrido. insomma, non è un genio ma riconosce le cose, e se le ricorda. lo sapete che può memorizzare una cosa come 300 parole abbinati a comandi? impressive, i would say.
ora, l’essere umano in quanto mammifero evoluto (almeno in alcuni casi) è capace di ben più alte imprese. può imparare a memoria la divina commedia, può risolvere il teorema di fermat, il cubo di rubick, e allo stesso tempo apprezzare giovannona coscialunga disonorata con onore. può inventare la bomba atomica e andare a puttane, tanto per dirne una. quindi si suppone che siamo superiori. e che siamo in grado di distinguere, chennesò, una cosa che ci fa bene da una che ci fa male, o per esempio ci possiamo ricordare cose che abbiamo già visto, o sentito, o provato. che macchina meravigliosa siamo.

MA VAFFANCULO!!!!!!

sì, vaffanculo! e allora mi spiegate perchè da ottobre su italia uno danno le repliche merdose di “prendere o lasciare”, e la gente come dei beoti se le guardano e dicono “eh no, non sono repliche, vedi che c’è la valletta, l’anno scorso non c’era” ma caro lobotomizzato mio, la raffaella fica (uhm…questo si che farà faville nelle chiavi di ricerca) l’hanno montata (sicuramente la produzione l’ha montata, uno alla volta o a coppie al massimo, ma non intendevo in questo senso) dopo, se ci guardi quando si vede lei non si vede mai il resto dello studio con i concorrenti, ma capisco che hanno tutti il sangue al pisello e quindi fanno fatica a ragionare. altra cosa: il fomat si presta, visto che ogni volta che offrono una macchina o un pc (cose che cambiano molto rapidamente) non viene mai specificato il modello… ieri sera offriva un computer con “l’ultimo sistema operativo in uso”. che cazzo, se la sono studiata bene…. io me li vedo, in produzione, con la raffaella sotto al tavolo (siccome doveva dire in giro che era vergine probabilmente faceva altre cose), che decidono il palinsesto, che minchia ci mettiamo, massì spariamogli delle repliche di un programma dimmerda, tanto non se lo guardava nessuno e non se ne accorgono, eh ma repliche così sono brutte dai, mettiamoci qualcosa, tipo un pò di tette culi che sobbalzano che quelli sono un evergreen fanno sempre audience, ok mandiamoci la raffaella che mi sono rotto le palle di averla in ufficio. ed ecco fatto, un bel varietà da mandare in onda per un paio di mesi, così la gente lo guarda ed è contenta, non si chiede come mai mandano in onda un programma esattamente uguale (musiche, stile di gioco, dinamiche e cazzi vari) a quello che davano anni fa, ma vabbè, sono le puntate nuove, poi c’è la fica di nome e di fatto, togliti le mutande, togliti le mutande! a no, cazzo, è un prete….

Annunci

Tag: , , , ,

4 Risposte to “il mio cane.”

  1. Perennemente Sloggata Says:

    cioè, questa è malattia! montare la signorina ficadindia su ogni vecchia puntata!! non ho parole. ecco perché non mettevano mai i modelli delle cose nei due spezzoni di puntate che ho beccato mentre aspettavo il dr.house o csi.
    potrebbero farmi felice mettendo LIFE 2 al posto di quella vaccata!!
    (qui scopro un’altra cosa: ma davvero questo programma c’era l’anno scorso? io non l’avevo mai visto né sentito…)

    per il tuo amico peloso, condivido: è bravissimo. io ho due gatti. uno ha capito come si fa finta di non riconoscere il proprio nome (ma lo conosce!! 9 mesi di furbizia) mentre all’altro non riescoa fargli capire quale sia il suo nome (7 mesi da ienetta).
    ma li amo. perché sono decisamente un mondo migliore di quello che rappresentiamo noi bipedi non pelosi.

    • lorenzo Says:

      io house lo scarico. sto programma andava in onda nel 2007, a quanto ricordo.
      anche io avevo un gatto, solo che era maschio, non castrato, e purtroppo viveva pericolosamente. la vicina afferma di averlo visto attraversare la strada passando tra le ruote anteriori e posteriori di un camion in corsa, fai un pò te.

  2. Anonimo Says:

    Animali, animali..
    Io al momento vivo in un villaggio che appartiene ad un tempo e ad una cultura lontani anni luce dalla nostra mi faccio tante domande. Qui le bestie sono tutto, unica ricchezza, mezzo di trasporto, cibo, con le pecore e gli asini ci si vive ogni ora del giorno, ci si dorme quasi. Ogni cosa odora di animale.
    E nonostante questo, o forse proprio per questo, il rapporto della gente con le bestie è duro e semplice, si dipende da esse per vivere e per questo le si usa.
    Nel nostro mondo cosi distante, nelle nostre citta ordinate in cui se vogliamo un pezzo di carne non abbiamo bisogno di sgozzare un agnello con le nostre mani ma andiamo al conad dove un simpatico commesso ce ne serve una porzione con tanto di guanti bianchi, abbiamo perso questo contatto cosi stretto e forse proprio per questo idealizziamo la natura e gli animali. Si idealizza sempre ciò che non si possiede, ciò che è distante.
    Non so se si è capito quel che volevo dire, oggi sono in vena di considerazioni filosofiche..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: