Archive for febbraio 2010

i’m alive

17 febbraio 2010

oh, è tanto che non scrivo nulla di nulla. cioè, che non scrivo nulla su questo blog….. ma non so molto cosa scrivere……

parlo del mio cane? questo è il mio cane, ce ne sono tanti come lui, ma questo è il mio. il mio cane è il mio migliore amico…..

ah no cazzo questa l’hanno già fatta.

allora parlo del servizio civile e degli stipendiati comunali! mostriamo alla troia preistorica come si lavora all’assessorato!

ups, usata anche questa.

vediamo….parliamo di filosofia….. carneade, chi era costui? curato questo matrimonio non s’ha da fare! lor signori son uomini di mondo, eh!

eh no, mica posso copiare manzoni, poi che due palle manzoni.

altre citazioni colte? tipo “non ho mai visto una ragazza più religiosa di te: ogni volta che vedi una cappella ti inginocchi!”

ieri mattina sono andato a rinnovare la carta di identità scaduta da 8 mesi, entro all’anagrafe e guardo la lista degli sportelli, vedo che c’è quello dei documenti per i minori di anni 15, io ne ho 25 e faccio il brillante e penso non sarà quello il mio sportello, andiamo in questo qua che parla di documenti anche questo anche se al momento non mi ricordo di preciso la dicitura, mi dirigo e vengo indirizzato verso lo sportello dei minori di 15 anni, mi tasto in faccia per sentire se per caso non sembrassi quindicenne quella mattina, no, ho sempre la barba, sono sempre spettinato, non ho brufoli, non puzzo, e ho l’espressione triste di chi è adulto. allora escludo che mi abbia scambiato per uno di 15 anni, e penso che lo sportello per i minori di anni 15 va bene anche per i maggiori di anni 15, cazzo andiamo bene, ora capisco che il problema qui è alla base, bisognerebbe formattare tutto il sistema burocratico italiano, cambiargli l’olio, la frizione e tutt’e cose, magari partendo da quelle piccole che sicuramente generano grandi casini. premetto (anzi siccome lo sto dicendo dopo non premetto, semmai postpongo o postillo o come cazzo si dice) che non sto facendo politica e manco la voglio fare, la mia affermazione è solo legata al buonsenso, per me la destra e la sinistra sono due arti usati per svariate azioni tra cui la masturbazione, la calligrafia, lo scaccolamento, la comunicazione tra automobilisti, il grattamento, il digitamento, molte di queste fatte in contemporanea.
ho anche comprato in ipod nano di quinta generazione, laggiù dove nessun uomo è mai giunto prima, oltre ogni limite, over the tops, farewell my friends, so long ken, so long, il quinto tipo, il quinto elemento, il quinto tipo di elemento, che di solito è lo stronzio, l’elemento più presente in natura.
dicevo, ho comprato il nano di quinta generazione, l’ipod nano (non un nano che è nano da 5 generazioni), per la modica cifra di 139 euro otterrete:
8 gigabite di spazio
videocamera decente
possibilità di visualizzare filmati in formato mp4 e con una risoluzione di 400 per qualcosa, non ricordo, cmq la roba che si scarica dal podcast
contapassi per correre (o passeggiare, come si evince dal nome) che ti dice anche quante calorie hai bruciato
radio
menate varie prettamente inutili, tipo giochini del cazzo.

da usare è comodo, è leggero e sottile quanto un cracker, in tasta manco ti accorgi di averlo finchè non senti il crack perchè ti ci sei seduto sopra. meglio di così.