i mondiali

waka waka eh eh. eh.

io i mondiali, come ben potete immaginare, non li guardo. mica perchè mi sta sulle palle il mio paese (sono perfino un servizio civile lavoratore!) ma perchè a me il calcio non piace. diciamo che non mi piace molto tutto il corollario di spettacolo/soldi/egoismo che ci gira attorno. come sport sarebbe bellissimo, se solo non fosse giocato con questa mentalità veramente poco sportiva. certo, ci sono casi particolari, ma l’andazzo è quello, a mio parere. e tanto per dire, non lo dico io che non lo seguo, ma anche molti appassionati me lo dicono, quindi suppongo che sia vero.
e un poveretto come me di lunedì che l’italia debutta in campo che fa? che io il lunedì vado al bar mio di fiducia, con il barista di fiducia, gli amici del cineforum e beviamo e poi ci spariamo un film e ne dibattiamo. sempre bevendo però.
il lunedì della partita vado al 27, che anche se tutti guardano la partita io ci vado lo stesso, mi bevo una birra. tutto sommato sono riuscito a trovare una persona che non gliene fregava un cazzo e quindi ho avuto compagnia. nel contempo guardavo i fedelissimi, che la barista aveva paura a passarci davanti per servire da bere perchè l’italiano se gli interrompi il flusso visivo di calcio è capace di tirarti una bicchierata in faccia, anche 2 se con la prima non ti sposti. la gente si ferma ovunque, dalla stazione uscivano dei poveretti che erano attaccati al cellulare a sentire il risultato, e le poche macchine che passavano andavano a schiodo per raggiungere lo schermo più vicino.
quando l’italia gioca, gli animali entrano nelle tane, e improvvisamente siamo un pò tutti uniti, fratelli, se poi vince c’è la follia collettiva di gente che si abbraccia ed è felice.

io sentivo alla radio prima di andare che c’era caterpillar su radio rai 2 e telefonavano quelli che non avrebbero guardato la partita. il migliore era quello che a ferrara si guardava le diapositive delle vacanze col circolo viaggi in piazza, o una roba così. per il mondiale prossimo cercherò di organizzare una caccia alle rane sul fiume, così posso telefonare anche io.
e poi diciamocelo, mentre stavo guardando gli ultimi 10 minuti con la ragazza che serviva al bar e ci chiedevamo perchè l’erba del campo è a striscie chiare e scure (e abbiamo dedotto che sia per il taglio, cosa poi confermata da mio padre) mi sono reso conto che era proprio una partita pallosa, che ci abbiamo pure fatto una figura un poco di merda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: