psicolocazziamenti

dottore, oggi proprio non ho voglia di fare un cazzo. come facciamo?

sicuramente questo problema risiede nei recessi della sua mente. andiamo indietro nel passato. ieri mattina di corpo è andato bene? cioè, ha cagato?

certo che sì. come ogni mattina del resto. sa, per certe cose sono un orologio.

ah, vede il problema risiede in questo allora! lei è troppo sistematico.

vuol forse dire che dovrei provare a cagare al pomeriggio?

ci provi, non si sa mai. oppure provi a farlo quando meno se l’aspetta, così, per essere ancora più creativi!

dottore questo non è possibile, io di pomeriggio sono al lavoro, poi come faccio a farla di sorpresa? me la farei addosso!

la verità è che viviamo in una società complessata e soppressa da norme buoniste e false, dove anche cagarsi addosso è diventato un problema. com’è il suo rapporto con la pornografia?

oddio, non l’ho mai vista in questi termini. credo che i rapporti tra me e la pornografia siano nella media, come quelli di qualsiasi altro ragazzo medio. ma che c’entra questo scusi?

mentre parliamo potrebbe smetterla di caricare filmati su you porn?

scusi, è che li preparavo per dopo, sa com’è, a volte carica lento.credo dipenda dalla connessione adsl e magari dal pc.

ah ecco, allora vive un’ansia da prestazione tecnologica. in pratica ha paura che la sua tecnologia diventi obsoleta e quindi si sente inferiore, ecco il problema!

dottore, effettivamente ogni tanto mi piacerebbe fare la cacca nei boschi come il mio cane. lo trovo un necessario ricongiungimento con la natura, per farci capire che le cose importanti della vita sono altre.

tipo?

tipo che se caghi in un buco in terra, la cosa più importante è avere un appiglio a cui attaccarti per evitare di cadere dentro al buco della cacca.

lo vede che siamo sulla strada giusta! così dobbiamo andare, sempre dritto, mai voltarsi a guardare la cacca. perchè certe cose bisogna solo farle, senza guardarle!

come la tivù?

e come il festival di sanremo.

dottore, non mi pare lei sia di grande aiuto, al momento. oltretutto gli areoplani di carta che sta lanciando da quando sono entrato mi distraggono. uno mi ha anche colpito negli occhi.

tanto lei porta gli occhiali. come lo vede il mondo senza occhiali?

sfocato.

qui bisogna oltrepassare il velo di maya, ecco il problema più serio di tutti! bisogna rompere questo imene che ci impedisce di vedere le cose come stanno!!!

e come facciamo?

metta le lenti. oppure svergini una minorenne, veda lei. di sicuro la realtà le apparirà diversa…..dopo.

Annunci

Tag: , , , , , ,

7 Risposte to “psicolocazziamenti”

  1. sempre sempre anonima Says:

    vedo che il livello delle tue riflessioni si innalza di giorno in giorno. e certo che dopo il millepiedi umano non era difficile.

    • lorenzo Says:

      ma tu che mi conosci dovresti capire quanto sono profonde queste riflessioni. è anche vero che trovare minorenni vergini al giorno d’oggi è difficile….

      stasera ho visto il film su vallanzasca, a breve una recensione su questo blog infrequentabile. stay tuned.

  2. Anonimo Says:

    e quello dei cohen? vorremmo una recensione anche su quello.

  3. LaStancaSylvie Says:

    Il mio dottore, pur di non sentirmi, mi farebbe un certificato di 1 anno, ha meno voglia di fare di me.
    LaStancaSylvie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: